X-T20 FUJI FUJFILM

Contattaci per maggiori informazioni

X-T20 FUJI FUJFILM

Marca: Fuji - Condizioni prodotto: Usato - Categoria prodotto: Mirrorless


venduta

PERFETTA CON IMBALLI ED ACCESSORI IN DOTAZIONE

IMPUGNATURA  e BORSA MANFROTTO IN OMAGGIO

POSSIBILITà DI PAGARE IN 3 O 12 RATE CON IL SOLO BANCOMAT

  • Sensore APS-C da 24MP, X-Trans CMOS III
  • Range ISO nativo 200-12.800 (espandibile a 100-51.200). Funzione Auto ISO presente
  • AutoFocus a 325 punti, misto contrasto + fase
  • Mirino con ingrandimento 0,62X, copertura 100%, ritardo di 0,005 sec,
  • Scatto continuo con raffica massima di 8fps
  • Mirino elettronico OLED da 2.36 Milioni di punti
  • Video a 4K 30fps
  • Schermo LCD touchscreen a 1.040K punti, basculante

E in parte, naturalmente, per:

  • La grande maneggevolezza e portabilità del sistema mirrorless
  • Lo splendido design vintage che la Fuji X-T20 condivide con tutta la linea Fujifilm

Fuji X-T20

Una bellissima Fujifilm X-T20 con livrea nera e argento. Nota: 

  • In basso a destra (nella foto) il selettore delle modalità AF (Singolo, Continuo, Manuale)
  • In alto a sinistra, la luce led di assistenza all’AF e la ghiera di controllo frontale

Fuji X-T20: Design del corpo macchina

La Fuji X-T20, l’abbiamo appena vista qua sopra, ha un design pulito e discretamente retró che cattura davvero l’attenzione.

Da un punto di vista costruttivo si presenta solida, grazie al suo corpo in lega di magnesio. Con il limite oggettivo, però, che qualcuno possa sentirla fra le mani come una macchinetta, date le sue dimensioni ridotte.

Infatti pesa, con batteria e memory card a bordo, appena 383 grammi. E misura 118 x 83 x 41mm.

Fujifilm X-T20

 

 

Poiché del fronte macchina abbiamo già parlato, concentriamoci un attimo sulla parte più interessante, che è questa veduta dall’alto della plancia di comando.

Se sei abituato a una reflex Canon o Nikon, come per altro lo sono io, puoi notare diverse differenze:

Per prima cosa, quanto è sottile questa fotocamera rispetto ad una reflex!

Poi, tra le altre:

  •  A sinistra la ghiera “drive” con annessa levetta per il flash. Ne parleremo in lungo e in largo nel prosieguo della recensione, perché fa davvero tante cose.
  • Nel centro, la slitta per il flash esterno, che ricopre il flash pop up della X-T
  • Nella parte destra, subito a lato, la ghiera di controllo dei tempi: oltre alle velocità da 1/4000 a 1 trovi le modalità A (controllo automatico del tempo), B (il classico “Bulb”) e T (per settare tempi maggiori di un secondo). Con annessa levetta per la selezione della modalità automatica completa (tempi + apertura).
  • Più ancora a destra, la ghiera per il controllo della compensazione dell’esposizione.
  • Sul davanti, il tasto Fn

La proiezione posteriore è meno “ricca” di controlli, ma conferma l’eleganza del design della Fuji X-T20.

Oltre a una serie di pulsanti standard, mi sembrano degne di nota:

  • La grandezza del mirino elettronico, che è al centro (nella X-E3 si trova tutto a sinistra)
  • La presenza dello schermo LCD mobile: ampio, molto ben incernierato, super efficiente in modalità touch-screen, ben leggibile anche con luce intensa.